Guida adempimenti PMI



La dichiarazione dei sostituti d'imposta


Il Modello 770 contiene i seguenti elementi:

  • generalità, indirizzo, codice fiscale, comune di residenza dei percettori;
  • ammontare al lordo e al netto dei contributi a carico del lavoratore (o del collaboratore), nonché delle somme assoggettate a ritenuta d’acconto (indipendentemente dal fatto che siano state corrisposte in denaro o in natura);
  • le somme, gli assegni e le indennità erogati da terzi o da enti previdenziali;
  • gli emolumenti arretrati e le indennità di fine rapporto;
  • le somme non assoggettate a ritenuta;
  • le somme corrisposte, le ritenute effettuate e le deduzioni e detrazioni riconosciute.

Il Modello 770 è suddiviso in due distinte dichiarazioni a seconda dei dati che devono essere indicati:

  • Modello 770 Semplificato che contiene le comunicazioni e i prospetti attestani le somme che i sostituti di imposta hanno corrisposto nel periodo di imposta di riferimento soggetti a ritenuta alla fonte, i dati previdenziali e assistenziali INPS, i dati assicurativi INAIL, nonchè versamenti, crediti e compensazioni effettuati;
  • Modello 770 Ordinario che contiene imposte sostitutive e ritenute operate dai sostituti di imposta in relazione a redditi di capitale, redditi diversi, redditi di natura finanziaria, nonchè versamenti, crediti e compensazioni effettuati.

 Il Modello 770 Semplificato

I sostituti d’imposta obbligati al rilascio della certificazione di cui all’art. 7 bis D.P.R. n. 600/73 (ad esempio, i datori di lavoro) devono trasmettere all’amministrazione finanziaria un apposito modello semplificato contenente i dati esposti nella predetta certificazione, i dati relativi alle eventuali indennità di fine rapporto, alle prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, ai redditi di lavoro autonomo, alle provvigioni ed ai redditi diversi, nonché i dati contributivi, previdenziali ed assicurativi.

La presentazione della dichiarazione semplificata deve essere effettuata separatamente dalle altre dichiarazioni ed esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite un intermediario abilitato, entro il 31 luglio dell’anno successivo a quello in cui sono stati effettuati i pagamenti. A decorrere dal periodo di imposta 2002 è comunque possibile suddividere il modello 770 semplificato in due parti distinte:

  • una parte deve contenere, compreso il frontespizio, i dati concernenti i redditi di lavoro dipendente ed assimilato, le indennità di fine rapporto, le prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, i premi assicurativi e contributi previdenziali nonché i dati relativi all’assistenza fiscale prestata;
  • l’altra parte, oltre al frontespizio, deve contenere i dati relativi ai redditi di lavoro autonomo, alle provvigioni ed ai redditi diversi.

Le due parti possono essere trasmesse da due diversi soggetti, qualora tale modalità risulti più agevole e sempreché:

  • debbano essere trasmesse sia Comunicazioni dati lavoro dipendente ed assimilati, sia Comunicazioni dati lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi;
  • non siano state effettuate compensazioni “interne” tra i versamenti attinenti ai redditi di lavoro dipendente e quelli di lavoro autonomo, né tra tali versamenti e quelli riguardanti i redditi di capitale.

Il Modello 770 Ordinario

I sostituti d’imposta che hanno invece corrisposto somme soggette a ritenute alla fonte su redditi di capitale o a ritenute su dividendi, proventi da partecipazioni, premi, vincite, riscatti da contratti di assicurazione sulla vita e altri proventi finanziari, devono presentare – esclusivamente per via telematica – il modello 770 Ordinario entro il 31 luglio dell’anno successivo all’effettuazione delle ritenute.

Inoltre occorre precisare che, qualora il sostituto d’imposta non sia tenuto a presentare anche il Modello 770 Ordinario, il Modello 770 Semplificato deve contenere i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate esposti nei prospetti ST, SV e SX.

Nel caso in cui, invece, il sostituto d’imposta, in relazione alle ritenute operate e alle operazioni effettuate nell’anno, sia tenuto a presentare anche il Modello 770 Ordinario, deve produrre il Modello Semplificato senza i prospetti ST, SV e SX, in quanto i dati in essi contenuti dovranno essere evidenziati nei quadri ST, SV e SX del Modello Ordinario.

Stampato il 19/08/2019 alle 12.57
http://guide.directio.it/guide-interattive/guida-adempimenti-pmi/indice/adempimenti-annuali/16-dichiarazioni-annuali/la-dichiarazione-dei-sostituti-dimposta.aspx